Cronaca

È morto don Franco De Pieri, presidente del centro "Don Milani"

Stroncato da un infarto a 77 anni: ha passato gran parte della vita lottando sul fronte delle tossicodipendenze. Due anni fa una missione in Brasile

Si è spento a 77 anni don Franco De Pieri, per 50 anni sacerdote a Mestre e presidente del centro di solidarietà per la cura dalle tossicodipendenze "Don Milani". È stato stroncato da un infarto improvviso mercoledì, nel corso di una visita all'ospedale di Padova. Ha passato una intera vita al servizio della società: era nato a San Donà di Piave il 16 aprile 1938 ed è stato ordinato sacerdote il 30 giugno 1963 dall’allora vescovo ausiliare e vicario generale della diocesi di Venezia, monsignor Giuseppe Olivotti. Fu subito inviato, come vicario parrocchiale, a San Lorenzo di Mestre; dopo qualche anno (tra il 1968 e il 1972) trascorso a San Pietro in Bosco di Oriago di Mira, ritornò nella parrocchia del Duomo di Mestre dove rimase fino alla fine del 1984 quando, pochi mesi dopo la morte di monsignor Vecchi, ricevette dall’allora Patriarca Cè la delega per la costituzione e la cura della nuova parrocchia del Corpus Domini a Mestre di cui fu poi parroco ininterrottamente dal 1985 al 2003; nel frattempo cominciò ad occuparsi stabilmente di tossicodipendenze fondando nel 1985 la realtà del Centro di solidarietà Don Milani, nato come comunità terapeutiche per tossicodipendenti e poi fiorito negli anni attraverso una rete di differenti e articolate attività in più aree (riabilitazione nell’area delle dipendenze, interventi di accoglienza e prossimità alla persona, progettazione e consulenza sociale, inclusione sociolavorativa) ed anche attraverso imprese cooperative tese a favorire il reinserimento lavorativo delle persone seguite; del Centro Don Milani don Franco è stato presidente sino ad oggi. Dal 2005 al 2013 è stato, infine, parroco della parrocchia mestrina di San Paolo.

De Pieri è conosciuto soprattutto per le tante attività legate al difficile ambito delle tossicodipendenze: nel 1985 inaugurò il primo centro Don Milani, che negli anni si è espanso diventando sempre più un punto di riferimento nel campo e allargandosi al trattamento di dipendenze di ogni genere. Nel suo operato è descritto come una persona carica di passione e determinazione: "Lascia un'eredità fatta di impegno, attenzione, costanza - ricordano da Forte Rossarol, comunità per minori stranieri - Solo la settimana scorsa ci aveva spinto a impegnarci ancor più con il cuore e con la professionalità".

In trent'anni al Don Milani sono stati accolti 7mila giovani e non solo, con don Franco sempre in prima linea. Da San Lorenzo passò a Bissuola, dove aveva costruito la chiesa e le opere parrocchiali. Una delle sue ultime imprese, due anni or sono, è stata una missione in Brasile, dove aveva aperto un forno. Le cattive condizioni di salute, però, lo avevano costretto a tornare a Mestre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morto don Franco De Pieri, presidente del centro "Don Milani"

VeneziaToday è in caricamento