rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Cronaca Scorzè

Morto a Cuba Germano Mancini, comandante dei carabinieri di Scorzè

Aveva cinquant'anni, le cause del decesso sono in fase di accertamento

È morto nelle ore scorse Germano Mancini, comandante dei carabinieri di Scorzè. Aveva 50 anni e si trovava in ferie a Cuba assieme a due amici. Era atterrato sull'isola il 15 agosto con l'intenzione di trascorrervi una settimana di vacanza. Le cause del decesso per ora non sono accertate con sicurezza, ma circola l'ipotesi che possa aver contratto un virus. In precedenza, a quanto risulta e come confermano anche i conoscenti, non era affetto da patologie particolari.

Il ricordo: «Un grande amico, oltre la divisa»

Originario di Pescara, Mancini era padre di un figlio e abitava a Noale. Nella zona era un volto conosciuto, avendo svolto la mansione di vice nella stazione carabinieri di Scorzè per molti anni. Da giugno aveva preso le funzioni di comando, dopo che il suo predecessore aveva lasciato l'incarico per spostarsi nel Trevigiano.

Ora le autorità cubane sono impegnate nella ricostruzione delle circostanze del decesso. Mancini avrebbe iniziato a stare male qualche giorno fa e sarebbe stato ricoverato in ospedale. Le sue condizioni, però, sono peggiorate rapidamente e i tentativi di salvarlo sono stati vani. La sua scomparsa ha lasciato un grande dolore tra gli amici e i colleghi dell'Arma, che in queste ore si stanno stringendo alla famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto a Cuba Germano Mancini, comandante dei carabinieri di Scorzè

VeneziaToday è in caricamento