menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lutto nel mondo sindacale veneziano, è morto Gianfranco Priori

L'importante figura nazionale e veneziana era stato anche segretario generale dello Spi in Veneto Orientale e poi segretario della Lega Piave dello Spi. Segretario della Camera del lavoro Metropolitana P: "Sempre generoso e ironico"

E’ in lutto il mondo sindacale veneziano: si è spento nelle scorse ore Gianfranco Priori, importante dirigente della Cgil nazionale e veneziana.

LA SUA STORIA. Era arrivato nel territorio molti anni fa da Roma, dalla Garbatella dove frequentava la storica sezione del Partito Socialista  insieme a Guglielmo Epifani. Nel centro studi che una volta la Cgil aveva ad Ariccia conosce la compagna Loretta che viene dal Veneto Orientale e che diventerà sua moglie. Su proposta della Cgil nazionale si trasferisce nel Veneto dove ricopre per anni la carica di segretario aggiunto della categoria degli edili, la Fillea. In seguito entra nella segreteria della Camera del Lavoro del Veneto Orientale insieme a Roberto Montagner e a Daniele Baldo. Insieme a loro ha avviato la fase di unificazione delle Camere del Lavoro che porteranno alla costituzione della Camera del Lavoro Metropolitana sotto la regia di Sergio Cofferati. Alla fine del percorso arriverà a Venezia un prestigioso dirigente sindacale come Angelo Airoldi. In precedenza aveva avuto la soddisfazione di aver organizzato a La Salute di Livenza l'ultima uscita pubblica di Bruno Trentin come segretario generale della Cgil. Andato in pensione è stato prima segretario generale dello Spi in Veneto Orientale poi segretario della Lega Piave dello Spi.

 
LA COMMOZIONE. Enrico Piron, segretario della Camera del lavoro Metropolitana, lo ricorda così: “Con Gianfranco se ne va un importante pezzo della Camera del Lavoro Metropolitana di Venezia che aveva contribuito a costruire. Tutti lo ricordiamo come un compagno generoso di grande capacità e di acutezza nella sua analisi politica. Sempre pronto alla battuta che a volte riusciva a stemperare anche le situazioni più critiche. Sempre ironico, mai sarcastico. E' stato un dirigente importante anche nella formazione di nuovi quadri della Cgil, tra i quali anche il sottoscritto. Sempre a disposizione dei compagni e dell'organizzazione alla quale ha dedicato tutta la vita e nella quale ha lasciato un segno importante. Gianfranco ti ricorderemo sempre con stima e specialmente con grande affetto.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento