rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Cronaca San Donà di Piave

Investito sulle strisce, muore dopo cinque giorni di agonia

Gianni Battistella è mancato all'ospedale di San Donà di Piave. L'89enne è stato travolto da una trentenne con alcol nel sangue almeno 4 volte sopra il limite

Stava camminando sulle strisce pedonali quando, mercoledì 7 dicembre, una Smart guidata da una 30enne del luogo l'aveva investito lasciandolo in condizioni gravissime sull'asfalto. Dopo alcuni giorni di agonia in ospedale, come riportano i quotidiani locali, martedì mattina è mancato Gianni Battistella, 89 anni. La donna al volante dell'utilitaria aveva un tasso alcolico almeno quattro volte superiore al livello consentito.

L'incidente era avvenuto verso le 17.30 in via Eraclea, a San Donà di Piave. Battistella, dopo essere stato investito, aveva battuto la testa contro l'asfalto. Il 118 lo aveva trasferito all'ospedale locale. Intanto sono scattati i rilievi della polizia locale sandonatese che nel ricostruire la dinamica ha sottoposto la donna al test dell'alcol. Durante la misurazione del valore è emerso che aveva una concentrazione di 2.4 grammi per litro, superiore al livello considerato nella norma che è pari a 0,5.

Verbale e multa nei suoi confronti, e quando la polizia locale avrà terminato le verifiche potrà stabilire le conseguenze per la guidatrice, che si è messa al volante in condizioni che hanno causato l'investimento. Dopo la morte di Battistella, per anni a capo della filiale di Treviso della Banca del Friuli, la 30enne sarà indagata per omicidio colposo stradale aggravato. Battistella lascia i figli Nicoletta e Alessandro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investito sulle strisce, muore dopo cinque giorni di agonia

VeneziaToday è in caricamento