Morto il giornalista Luca Miani, cordoglio della stampa e delle istituzioni

È mancato mercoledì all'affetto dei suoi cari

Luca Miani

È morto mercoledì il giornalista del Gazzettino Luca Miani. Ne hanno dato annuncio la famiglia e i colleghi e si sono uniti al dolore dei parenti le istituzioni, il sindacato dei giornalisti e il sindaco Luigi Brugnaro.

Luca Miani aveva compiuto 59 anni l’estate scorsa. Professionista dal 1990, aveva iniziato a occuparsi di sport già alla fine degli anni 70. Appassionato di tante discipline, era conosciuto soprattutto per aver seguito il Venezia calcio per il Gazzettino, giornale del quale nella redazione di Mestre era responsabile dello sport di tutta la provincia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il cordoglio

«Le parole sono insufficienti a descrivere il dolore e la costernazione. Il Sindacato giornalisti Veneto e l’Assostampa veneziana, di cui era fiduciario, piangono un caro amico ancor prima di un collega. È con immensa tristezza che dobbiamo salutare Luca Miani. La notizia della sua morte è giunta questa sera, mercoledì 23 ottobre: a strapparlo all’affetto di tutti noi è stata la malattia di cui Luca non ha mai voluto parlare, quella malattia che, nonostante le cure e la caparbietà con cui l’ha affrontata, non gli ha purtroppo dato scampo». «Un ottimo giornalista sportivo e un grande veneziano. A nome mio e di tutta la città voglio esprimere le più sentite condoglianze alla famiglia e a tutta la redazione. Tutto lo sport veneziano piange un amico». Luca lascia la moglie Francesca e l’adorata piccola Camilla a cui ci stringiamo forte. Mancherà a tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento