Un 72enne legato e picchiato a morte nel suo letto in Tunisia

Pino Nisticò, pensionato, era residente a Mestre. La polizia ha fermato due persone

Giuseppe Nisticò detto Pino, originario della Calabria e trasferitosi a Mestre negli anni Settanta, è stato trovato morto il 25 aprile nel letto di un appartamento a Monastir, in Tunisia. Il corpo, secondo i quotidiani tunisini, era legato al letto e presentava tracce di percosse e ferite: nelle ore successive la polizia, che indaga per omicidio, ha arrestato un 26enne - conoscente della vittima - e un presunto complice.

Nisticò, scrive Il Gazzettino, aveva 72 anni e aveva lavorato come pizzaiolo al bar ristorante della stazione di Venezia Santa Lucia fino alla pensione. Si recava spesso in Tunisia e aveva trovato alloggio a Monastir, località balneare a sud di Tunisi. Secondo quanto emerso, è stato un amico italiano a lanciare l'allarme. L'omicidio sarebbe da ricollegarsi a una questione di denaro: il pensionato sarebbe stato ucciso dopo essersi rifiutato di consegnare una grossa somma. L’appartamento è stato ritrovato a soqquadro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grosso giro di prostituzione in due locali: prestazioni fino a 1500 euro a notte, 5 persone in arresto

  • Bollo auto, tutte le novità del 2020 dagli sconti alle nuove modalità di pagamento

  • Ladri in fuga sui tetti, braccati con l'elicottero e catturati

  • Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

  • Giovedì il funerale di Sara Michieli, morta in un tragico incidente stradale

  • Schianto contro un muretto in cemento, perde la vita

Torna su
VeneziaToday è in caricamento