menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Il genio del web tedesco prima di morire sarebbe stato truffato a Venezia"

Thomas Wagner, deceduto in Slovenia mentre nei giorni scorsi stava tornando in aereo a Lipsia dopo essere partito da Venezia, sarebbe stato raggirato con soldi falsi

Sarebbe stato truffato in Italia Thomas Wagner, il presidente dell'azienda digitale Unister morto nell'incidente del piccolo aereo precipitato il 14 luglio in Slovenia mentre volava da Venezia a Lipsia. E proprio a Venezia Wagner sarebbe andato incontro a un raggiro. Il condizionale allo stato è d'obbligo, fatto sta che la notizia viene riferita dalla trasmissione giornalistica 'Exakt' della tv regionale pubblica tedesca Mdr, che ha intervistato un portavoce della polizia criminale di Nova Gorica. La questura lagunare conferma la denuncia.

"Abbiamo ritrovato documenti che riconducono a una truffa relativa a una grossa somma subita dalla vittima", avrebbe dichiarato il portavoce a 'Exakt'. Sul luogo del disastro aereo, gli inquirenti sloveni hanno trovato, accanto a dei documenti, 10mila franchi svizzeri, che al cambio attuale equivalgono a poco più di 9mila euro.'Exakt', citando altre fonti anonime, ha rivelato che Wagner sarebbe volato a Venezia per un affare relativo a un credito, per concludere il quale avrebbe dovuto depositare una garanzia. Nello scambio in franchi svizzeri della somma che aveva portato con sé, il genio del web tedesco sarebbe stato truffato con soldi falsi. 

Secondo informazioni di Mdr, la futura vittima dell'incidente aereo avrebbe presentato denuncia alla polizia veneziana il 13 luglio, il giorno prima della partenza. La questura di Venezia in una nota conferma che la vittima aveva presentato una denuncia, subito trasmessa alla Procura della Repubblica. Ma non specifica per quale reato. Bocche cucite sulle indagini. Finora la polizia slovena non sarebbe riuscita a riconoscere l'identità delle altre tre vittime che si trovavano sull'aereo con Wagner. L'imprenditore gestiva alcuni famosi portali di viaggio su Internet, ma negli ultimi anni gli affari non andavano bene, almeno secondo la stampa tedesca. Subito dopo la morte dell'imprenditore, sarebbe stato dichiarato il fallimento delle sue società in Germania con relativi centinaia di licenziamenti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento