menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venezia in lutto, è morto Lino Toffolo: un infarto fatale al cantore della laguna

La morte nella notte di mercoledì, mentre si trovava nella sua casa di Murano. Un artista completo, legato alla sua terra, con trascorsi a teatro, al cinema e un televisione

Addio a Lino Toffolo. Cabarettista, attore, regista, istrione dello spettacolo Veneziano. Se ne è andato in silenzio, nella sua Murano, a causa di un infarto che non gli ha lasciato scampo. Aveva 81 anni.

La sua figura è legata indissolubilmente a quella di Venezia. Sin da giovane si dimostra incline alla musica e alla recitazione, poi fa il suo esordio nelle emittenti radiofoniche Rai e al Derby di Milano. Accanto a lui altri personaggi di spicco, da Cochi e Renato a Enzo Jannacci. Nel 1968 debutta al cinema, poi fa l’esordio in televisione. È stato, tra le altre cose, al fianco di Alighiero Noschese nell’edizione del 1971 di Canzonissima.

Cordoglio per la scomparsa dell’artista veneziano è arrivato anche dal sindaco della città, Luigi Brugnaro. "Dopo la scomparsa di Alvise Zorzi, Venezia saluta un altro grande Maestro della tradizione veneziana. Con Lino Toffolo se ne va un grande interprete del sentimento veneziano. Un artista che ha contribuito a far conoscere Venezia in Italia e nel mondo, attraverso l’ironia e l’innata simpatia dei suoi personaggi e che ha sdoganato il dialetto veneziano, con le sue battute, canzoni e interpretazioni".

"Venezia perde un gigante della cultura e dello spettacolo - ha commentato l'onorevole Davide Zoggia - Lino Toffolo oltre che essere stato uno straordinario attore, e la sua carriera lo  dimostra, lavorando al fianco di gente del calibro di Mastroianni e Gassman, ha rappresentato  il testimone di una venezianità che non c’è più. Attraverso la sua dirompente comicità, spesso in lingua veneziana, ha messo a nudo vizi e virtù della Serenissima, sempre con garbo e senza scadere nella volgarità.  Un artista poliedrico che ha spaziato in tutti i campi, contribuendovi con grande originalità e leggerezza, e che ha segnato negli anni settanta  l’immaginario dei bambini  con la celebre Johnny Bassotto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento