menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Muore a soli 35 anni nel sonno, un infarto è fatale ad un ex arbitro della Giudecca

Nicola Metope lavorava come manovale per una ditta di trasporti, ma era conosciuto soprattutto per i suoi trascorsi come arbitro di calcio. I funerali saranno celebrati mercoledì

Stroncato da un infarto nel sonno. Come riportano i quotidiani locali è morto la scorsa notte Nicola Metope, 35enne della Giudecca, da tempo sofferente di problemi di pressione. A trovarlo esanime, verso le quattro del mattino, suo padre, che non ha potuto fare altro che allertare i soccorsi nella speranza che ci fosse ancora qualcosa da fare. Invano.

Sul posto si è portata un'idroambulanza, ma i sanitari del Suem non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell'uomo. Ex arbitro di calcio, era ancora piuttosto conosciuto in ambito sportivo, soprattutto tra i colleghi che hanno solcato, insieme a lui, i campi di calcio veneziani e della provincia. Da circa otto anni era dipendente di una ditta di trasporti alimentari, dove lavorava come manovale, insieme al fratello.

I funerali di Nicola saranno celebrati mercoledì mattina alle 11, nella chiesa di Sant'Eufemia della Giudecca. L'occasione per dare l'ultimo saluto ad un ragazzo conosciuto ed apprezzato in città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Veneto sarà quasi di sicuro in area arancione, Zaia: «Oggi l'Rt è a 1,12»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento