Pescatore morto folgorato a Caorle

Il corpo di un settantenne è stato trovato nei pressi di un canale a Brussa: i soccorritori hanno solo potuto constatarne il decesso

L'area dell'intervento (foto vigili del fuoco)

È stata quasi certamente una scarica elettrica a causare la morte di Alcide Geretto, 70 anni, che lunedì mattina stava trascorrendo qualche ora pescando nella zona Brussa a Dosetto di Caorle. Vigili del fuoco e personale del 118 sono intervenuti intorno alle 15, trovando il corpo dell'uomo ormai senza vita. Stando alle ricostruzioni, sarebbe rimasto folgorato dopo aver toccato con una canna da pesca i fili della media tensione. La forte scossa ricevuta non gli ha lasciato scampo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soccorsi

La tragedia è avvenuta nei pressi del canale Baseleghe, non distante dal confine con il territorio di San Michele al Tagliamento. In quel momento Geretto, che era residente a Concordia Sagittaria, si trovava da solo. Solo più tardi un passante, notando il corpo, ha lanciato l'allarme. I carabinieri hanno svolto gli accertamenti di rito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Coronavirus, i dati aggiornati del 26 marzo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento