Cronaca

È morto a 98 anni Pierre Cardin, lo stilista che amava Venezia

Nato nel Trevigiano, all'età di 2 anni si era trasferito in Francia con la famiglia. È stato il proprietario del Palazzo Ca' Bragadin a Venezia dove risiedeva nei suoi soggiorni lagunari

Pierre Cardin (foto Twitter)

È morto a 98 anni Pierre Cardin, il grande stilista francese e una delle più famose icone della moda di tutti i tempi. Pietro Costante Cardin, questo il suo nome di battesimo, era nato a Sant'Andrea di Barbarana nel 1922, ma cresciuto in Francia dall'età di due anni, dopo che i genitori all'avvento del fascismo avevano deciso di lasciare l'Italia. Pioniere del prêt-à-porter, con il suo stile avanguardistico Pierre Cardin ha segnato la storia della moda, rivoluzionando canoni estetici e stili: ha sfilato per primo sulla Muraglia Cinese e nella piazza Rossa a Mosca, ha vestito i Beatles, ha sdoganato l'unisex e ha introdotto nel campo della moda maschile e femminile estro e fantasia, in contrasto con il rigore britannico. Con Paco Rabanne e André Courrèges, è stato il creatore della moda futurista. Lo riporta TrevisoToday.

La carriera

Pierre Cardin aveva origini italiane. Nato il 2 luglio 1922 a Sant'Andrea di Barbarana, frazione di Sant'Andrea di San Biagio di Callalta, come Pietro Costante Cardin, i suoi genitori, agricoltori con 9 figli, furono costretti a trasferirsi in Francia nel 1924 per sfuggire alla povertà. Primo sarto della maison di Christian Dior durante la sua apertura nel 1947 (dopo essere stato rifiutato da Cristobal Balenciaga), fu partecipe del successo del maestro che definì il New Look. Cardin fonda nel 1950 la propria casa di moda a Parigi e inizia a cimentarsi con il mondo dell'alta moda nel 1953, quando presenta la prima collezione. Alla fine degli anni '50 inaugura le sue prime boutiques e sbarca, per primo, in Giappone. Nel 1959 realizza una collezione confezionata per i grandi magazzini parigini.

«Per me l'abito è un'opera d'arte. Chi lo indossa diventa una scultura, anche se il fisico ha qualche imperfezione. Conta solo il vestito. Il corpo è un liquido che prende la forma del vaso» spiegava il grande stilista, il cui impegno non si esaurisce all'ambito strettamente stilistico diventando designer e mecenate, promotore di cultura e imprenditore del lusso, abile nel legare il suo nome e il suo stile a un brand leggendario conosciuto in moltissimi campi. Nel 1971 apre a Parigi L'Espace Pierre Cardin che comprende un teatro, un ristorante, una galleria d'arte e uno studio di creazione di arredamento e diventa anche il luogo preferito per le sue sfilate. Nel 1981 acquista la catena di ristoranti Maxim's e in breve apre a New York, Londra e Pechino.

Morto Pierre Cardin, i riconoscimenti

Tra i tanti riconoscimenti ottenuti nel corso della brillante carriera, Pierre Cardin ha ricevuto la nomina di Commendatore dell'Ordine del Merito della Repubblica Italiana nel 1976, Commendatore della Legion d'Onore nel 1983 e la nomina di ambasciatore dell'Unesco nel 1991. Cardin ha restaurato un castello a Lacoste che era stato in passato abitato dal Marchese De Sade, organizzandovi regolarmente un festival letterario e teatrale e facendone la sua sontuosa residenza. È stato anche il proprietario del Palazzo Ca' Bragadin a Venezia dove risiedeva durante i suoi soggiorni nell'amata città lagunare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morto a 98 anni Pierre Cardin, lo stilista che amava Venezia

VeneziaToday è in caricamento