rotate-mobile
Cronaca Campiello San Geremia

Stroncato da un infarto in chiesa, muore tra le braccia dell'amico prete

Morto di un malore improvviso il pittore 64enne Alessandro Rossi di Castello. Era stato convocato per alcuni restauri a San Geremia dall'amico don Renzo che l'ha sorretto poco prima di andarsene

Morto tra le braccia di un amico prete. Sarebbe l'unica fortuna che ha avuto, poco prima di andarsene per un infarto fulminante, il pittore veneziano Alessandro Rossi. Un fatto avvenuto in chiesa, a San Geremia, poco dopo aver parlato con don Renzo Scarpa per alcuni lavori su commissione. Il pittore, 64enne di Castello, era andato a controllare alcuni quadri, di cui era esperto restauratore conosciuto e stimato in molte chiese veneziane.

Pochi attimi, qualche parola scambiata con l'amico prete appena entrati in chiesa e poi la fine. Un infarto l'ha stroncato sul posto ed è caduto tra le braccia dell'amico parroco, lasciandolo a bocca aperta e inerme. Nulla ha potuto fare, don Renzo, contro quel malore velocissimo che se l'è portato via. Ha potuto solo chiamare i soccorsi che, una volta arrivati, hanno dichiarato l'ora della morte. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncato da un infarto in chiesa, muore tra le braccia dell'amico prete

VeneziaToday è in caricamento