Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

È morto il professore di sociologia di Ca' Foscari, Ulderico Bernardi

È mancato ieri a Treviso, aveva 84 anni. Lippiello: «Perdiamo un grande studioso della cultura e delle tradizioni popolari del Veneto»

Lutto nel mondo della cultura. È morto ieri lo scrittore e professore di Sociologia dell'Università Ca’ Foscari di Venezia, Ulderico Bernardi: aveva 84 anni. Si è spento all'ospedale Ca' Foncello di Treviso, dopo una lunga malattia. Saggista, studioso, docente accademico ma soprattutto uomo dalla cultura sconfinata che ha saputo raccontare il Veneto nel suo passaggio dal dopoguerra, con il fenomeno dell'emigrazione all'estero, il boom economico, fino all'epoca più recente. Lascia la moglie Adriana e i figli Ludovica, Serena e Arrigo. Il funerale si terrà sabato prossimo, alle 10, al tempio di San Nicolò a Treviso.

«È venuto a mancare Ulderico Bernardi - ha scritto ieri il sindaco di Treviso, Mario Conte, sulla sua pagina Facebook - Un grande uomo di cultura che mancherà a tutta la comunità trevigiana. Porgo alla famiglia le mie più sentite condoglianze». Nato a Oderzo il 15 gennaio del 1937, ma residente per anni a Treviso, è stato professore ordinario presso la facoltà di Economia e Commercio dell'Università Ca Foscari di Venezia, ed ha tenuto corsi in molte Università italiane centrando i suoi studi sulla persistenza culturale nel mutamento sociale. Ha prodotto studi e ricerche sul campo indagando comunità agricole industrializzate, minoranze etniche e colonie di emigrati italiani nelle Americhe e in Australia. Molte le sue collaborazioni giornalistiche con testate nazionali, stabilmente con Gazzettino e Avvenire. È stato anche direttore dela Collana sulle culture popolari venete nella Fondazione Giorgio Cini di Venezia e anche membro del centro studi nazionale dell'Accademia Italiana della Cucina. Dal 2013 al 2018 è stato vicepresidente vicario di Fondazione Cassamarca, a fianco di Dino De Poli, scomparso nell'estate dello scorso anno.

L’Università Ca’ Foscari Venezia si unisce al profondo cordoglio del mondo dell’università, delle istituzioni e della cultura per la scomparsa del professore, docente di sociologia dal 1979 al 2007. «Con la morte di Ulderico Bernardi - afferma Tiziana Lippiello – rettrice dell’Università Ca’ Foscari Venezia - perdiamo un grande studioso della cultura e delle tradizioni popolari del Veneto: un sociologo originale, un divulgatore attento e coinvolgente, capace di raccontare attraverso chiavi di lettura mai banali il rapporto fra tradizione e mutamenti della società. Nativo di Oderzo, ha insegnato a lungo a Ca' Foscari, dove si era anche laureato, e ha ricoperto importanti incarichi pubblici, mostrando sempre grande attenzione per il territorio veneto e trevigiano in particolare, cui era profondamente legato. Alla sua famiglia rivolgo il più sentito cordoglio, mio e di tutto l'Ateneo».

Bernardi si laureò in Economia e commercio a Ca' Foscari di Venezia e poi in Sociologia all'Università di Trento. A Ca’ Foscari è stato incaricato del corso di Sociologia nel corso di laurea in Economia e Commercio dal 1979. Nominato professore associato nel 1980, straordinario dal 2002 e ordinario dal 2005, sempre nella Facoltà di Economia. Ha tenuto per affidamento i corsi di Sociologia del Turismo e Storia delle tradizioni popolari (Cultura locale e turismo) alla Scuola diretta a fini speciali per operatori economici dei servizi turistici (poi diventato corso di diploma in Economia e gestione dei servizi turistici). Insegnò anche a Università di Bergamo, Iulm sede di Feltre, Milano Statale, Trieste e nell'Università di Scienze Gastronomiche di Colorno. Tra i numerosi incarichi fu chiamato a far parte del gabinetto della presidenza del Consiglio dei Ministri come addetto all'Ufficio del Consigliere per la cultura e l'informazione a decorrere dal 21 dicembre 1982. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morto il professore di sociologia di Ca' Foscari, Ulderico Bernardi

VeneziaToday è in caricamento