È morto il radiologo Alberto Dalle Feste

Il medico è scomparso a 62 anni. Da vent'anni lavorava nel reparto di radiologia dell'ospedale di Mirano

Alberto Dalle Feste

È morto il radiologo Alberto Dalle Feste, dopo una lunga malattia. Lutto a Mirano, dove lavorava, e a Treviso, dove viveva, per la sua scomparsa all'età di 62 anni. Il medico dal 2000 lavorava nel reparto di Radiologia dell'ospedale di Mirano. Si era diplomato al liceo scientifico Da Vinci, laureandosi in Medicina a Padova e specializzandosi poi in radiodiagnostica a Trieste nel 1993. Lo riporta TrevisoToday

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le esequie

Il dottor Dalle Feste combatteva da tempo contro un male. La notizia della sua scomparsa si è diffusa rapidamente sia nel Miranese che nella Marca. Il medico lascia madre, fratello e sorella. Il funerale mercoledì 20 maggio alle 10.30 alla chiesa di Santa Maria Ausiliatrice a Treviso.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Tagli capelli autunno 2020: tutte le tendenze per corti, medi e lunghi

  • Stivale sul parapetto di Scala Contarini del Bovolo: polemica sul post della Ferragni

  • Camerieri pestano un collega in pizzeria, poi gli lanciano contro coltelli

  • Fiori d'arancio in casa Panatta: Adriano sposa la sua Anna a Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento