menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Muore a causa della puntura di un animale, giallo ad Annone Veneto

Il decesso di un imprenditore 76 enne a causa di uno choc anafilattico: funerale ritardato, la famiglia ha chiesto l'autopsia per maggiore chiarezza

Forse la puntura di un ragno, all'origine di un decesso che è diventato quasi un giallo, ad Annone Veneto. Ciò che si sa per certo è che Sergio Bioses, imprenditore di 76 anni, è morto per choc anafilattico, dopo essere stato ricoverato per due volte al pronto soccorso di Portogruaro nel giro di 48 ore. Come riporta la Nuova Venezia, i funerali si sono svolti venerdì, dopo che erano stati inizialmente bloccati dai familiari che volevano vederci chiaro: avevano chiesto e ottenuto che fosse eseguita l’autopsia, per capire effettivamente la causa della morte.

Imprenditore a capo di una prestigiosa azienda di Annone specializzata nella carpenteria metallica, Bioses lascia la moglie e due figlie. Sembra stesse scaricando un carico di legname proveniente dall'estero, quando è stato punto da un animale non meglio identificato, ma con ogni probabilità un ragno: il veleno sarebbe entrato in circolo, causandogli lo choc anafilattico, pare sopraggiunto in un secondo momento. Bioses si è recato all’ospedale per due volte: la seconda la situazione è precipitata, portandolo velocemente alla morte.

Nessuna accusa di negligenza all'ospedale, così come nessuna inchiesta è stata aperta finora: ma la vicenda resta comunque avvolta da un'ombra di mistero, e c'è la possibilità che la Procura di Pordenone voglia approfondire quanto accaduto. Comprensibile lo stordimento dei familiari, che hanno visto le loro vite sconvolgersi improvvisamente nel giro di poche ore. Ora si attendono i risultati dell'autopsia che, si spera, potrebbero dare una risposta a molti interrogativi ancora aperti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento