Cronaca Caorle

Dolore per la scomparsa di Simone Pacchiega: messaggi di cordoglio e bandiere a mezz'asta

Tanti messaggi da amici e compagni. L'assessore Caner: «Profonda tristezza, riflettiamo sul tema della sicurezza sul lavoro»

Una morte sul lavoro che ha scosso il Veneto orientale: Simone Pacchiega era alla guida di un trattore, lunedì pomeriggio, quando ha perso il controllo del mezzo ed è finito nel canale Baseleghe, in zona Dossetto di Caorle, da dove non è più riemerso. Ora saranno le indagini dello Spisal, il servizio che vigila sugli ambienti di lavoro, a fare chiarezza sull'accaduto. L'ente Veneto Agricoltura, per cui lavorava, ha espresso il proprio cordoglio e tenuto le bandiere a mezz’asta nelle proprie sedi: «Simone Pacchiega era un giovane e ottimo operaio dell’azienda pilota dell’agenzia regionale, ValleVecchia - scrive l'ente - Costernati i dipendenti ed i dirigenti, specie coloro che lavoravano a fianco di Simone, ragazzo completamente impegnato nel proprio lavoro ed ammirabile per abnegazione».

Il direttore Nicola Dell’Acqua ha messo in evidenza proprio il tema della sicurezza: «In tutte le sedi si terrà, in commemorazione di Simone, un momento formativo e di riflessione sui contenuti, obbligatori, della sicurezza nei luoghi di lavoro. Lavorare in agricoltura comporta dei rischi, infatti il settore si colloca al secondo posto nella triste classifica, dopo l’edilizia, degli incidenti sul lavoro. Ma mai nella storia di Veneto Agricoltura era accaduto un evento tanto grave. È importante quindi fermarci un momento per riflettere sulle grandi qualità del nostro collega Simone e sull’attenzione che dobbiamo sempre mantenere alta durante le nostre attività».

Sui social, dopo che la notizia si è diffusa, sono apparsi centinaia di messaggi di cordoglio da parte di amici e conoscenti. La squadra della Giussaghese, in cui Simone aveva giocato, gli ha dedicato un ricordo commosso: «Hai iniziato a tirare i primi calci al pallone da noi, ti abbiamo visto crescere fino a diventare un uomo. La disponibilità, il tuo darti al 200% per gli altri, questa era il tuo marchio di fabbrica, sempre il primo ad appoggiare ogni novità con l'entusiasmo dei ragazzi giovani. Sempre una battuta per sdrammatizzare. La notizia della tua tragica scomparsa - prosegue il messaggio - ci ha devastato l'anima e la mente, ci ha spezzato il cuore. Non ci sono parole che possano alleviare il dolore che la tua famiglia sta provando. Quello che possiamo fare è stringerci attorno a loro, condividerne la sofferenza. Ma provare anche a fargli capire quanto di buono hai lasciato, quanta amicizia hai seminato, quanta stima per la tua famiglia hai elevato. Eh si, quanta eredità d'affetto hai lasciato. La Giussaghese tutta si stringe con un umile ma grato abbraccio ad Isabella, Fabio, Andrea ed Anna».

Cordoglio è stato espresso anche dall’assessore regionale all’agricoltura Federico Caner: «Sono vicino alla famiglia di Simone Pacchiega. Una giovane vita spezzata che lascia in tutti noi una profonda tristezza. Veneto Agricoltura, che rappresenta un faro per gli imprenditori agricoli del territorio, promuove da sempre la cultura della sicurezza sul lavoro. Domani, accanto alla commemorazione, offrirà un ulteriore momento di riflessione per far sì che eventi tragici come quello di ieri non accadano più».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dolore per la scomparsa di Simone Pacchiega: messaggi di cordoglio e bandiere a mezz'asta

VeneziaToday è in caricamento