menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non dà più notizie di sé da un giorno: lo trovano morto in camera da letto a Maerne

La tragedia domenica sera in via Manzoni. La vittima è D.P., guardia giurata di poco più di 40 anni. A lanciare l'allarme la moglie. Sul posto intervenuti sanitari, pompieri e carabinieri

Da un giorno non rispondeva alle telefonate o ai messaggi. Tragedia domenica sera in via Manzoni a Maerne di Martellago, non distante dalle scuole medie: D.P., di poco più di 40 anni, è stato trovato privo di vita all'interno dell'appartamento in cui viveva, al primo piano di una palazzina. A lanciare l'allarme è stata la moglie, che non abitava con la vittima. E' stata lei a insospettirsi dell'assenza di risposte da parte di D.P., finché verso le 20 non sono state allertate le forze dell'ordine.

Forze dell'ordine sul posto

Sul posto si è portata una squadra dei pompieri del Comando di Mestre, con in più l'autoscala. Con gli operatori del 115 anche una pattuglia dei carabinieri, dopodiché i residenti hanno assistito anche all'arrivo dei sanitari del 118. I vigili del fuoco sarebbero riusciti a penetrare nell'abitazione attraverso una finestra, segnalando subito la presenza del corpo dell'inquilino. Si tratta di una guardia giurata piuttosto conosciuta nell'ambiente. La salma si trovava in camera da letto e a un primo esame esterno non sarebbero stati rinvenuti segni di violenza. Al medico non è rimasto altro che constatare il decesso, mentre sul posto si è portato per un sopralluogo più approfondito anche il comandante della stazione locale dei carabinieri.

Possibile malore

Nel momento in cui sono stati visti arrivare i "rinforzi" del 112, si è capito che non c'erano più speranze di un lieto fine. In via Manzoni si è portata durante le operazioni di soccorso anche la moglie, preoccupata per il fatto di non avere più ricevuto notizie dal 40enne. Spetterà al magistrato decidere se disporre o meno ulteriori accertamenti sulla salma, domenica sera l'ipotesi ritenuta più probabile è che la vittima possa essere stata stroncata da un malore. Forse un infarto.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento