Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Mose attivo, a Venezia 73 centimetri d'acqua

Il sistema di dighe mobili è stato azionato alle 4.15 di questa notte. Città all'asciutto

Mose di notte (foto Ansa)

Il Mose è stato pienamente attivato alle 4.15 di questa notte, al termine delle operazioni di sollevamento durate circa 35 minuti. La marea a Venezia, alle 9, si assestava attorno ai 73 centimetri sul medio mare. Il picco di marea che era stato previsto in città, in assenza delle barriere, sarebbe stato di 135 centimetri.

Bollettino aggiornato del Centro maree

L'ultimo bollettino del centro maree di Venezia, emesso alle 6.30 di oggi, conferma i due picchi di acqua alta a 140 centimetri previsti per domani e sabato, rispettivamente alle 7.55 e alle 8.35. Il provveditore alle opere pubbliche Cinzia Zincone, ieri, ha confermato che era in fase di valutazione l'idea di mantenere sollevato il Mose per 3 giorni consecutivi, ma ad ora non ci sono ancora conferme ufficiali in tal senso: in ogni caso, come da protocollo, le barriere vengono attivate ogni volta che si prevede una quota di 130 centimetri o più, per essere eventualmente abbattute quando l'acqua scende.

bollettino_grafico-12-48

Il commento di Spitz

Ieri, intanto, il commissario straordinario per il Mose Elisabetta Spitz  intervenuta a Rai News 24 in merito al mancato azionamento del sistema di dighe mobili in occasione dell'acqua alta di martedì 8 dicembre. «Il Mose pur non essendo ancora completato è stato sollevato dal 3 ottobre a oggi sette volte per acque alte eccezionali. - ha detto - Noi avevamo la previsione di sollevare il Mose nella notte tra martedì e mercoledì perché le previsioni della giornata odierna erano chiaramente di marea eccezionale, cioè superiore a 130 centimetri. È successo che gli eventi meteorologici , la grande quantità di acqua che è arrivata in laguna dai fiumi e soprattutto un vento che non si è mai spostato dalla costa hanno contribuito a trattenere l'acqua nella laguna».

«Il servizio meteorologico - ha aggiunto - purtroppo non ci aveva indicato un rischio di marea oltre i 130 centimetri come è previsto dalla procedura per l'intervento eccezionale. Non ci possiamo permettere di sollevare il Mose a 110 centimetri come era previsto dal Comitatone per il funzionamento a regime. Con le dotazioni impiantistiche non completate sarebbe quasi irresponsabile. Possiamo però ragionevolmente intercettare il problema, cioè allertare il personale che deve sollevare, togliendolo dal cantiere e spostandolo verso le operazioni di sollevamento quando abbiamo anche degli avvisi di marea inferiori a 130 centimetri».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mose attivo, a Venezia 73 centimetri d'acqua

VeneziaToday è in caricamento