menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecco i sei cassoni subacquei, Mose "scalpita" alla bocca di Chioggia

Lavori in corso alla bocca di porto per la grande opera che dovrà essere completata per il 2016. E' iniziato l'allagamento della "tura" a Ca' Roman

Sei cassoni subacquei e due grandi cassoni di spalla. Anche alla bocca di porto di Chioggia è ufficialmente partita l’operazione-Mose: nei giorni scorsi è cominciata la fase di allagamento della “tura”, l’area all’asciutto di cantiere a Ca’ Roman dove sono stati costruiti i cassoni che ospiteranno le paratoie del Mose. Come riporta La Nuova Venezia, l’opera dovrà essere terminata entro il 2016, contrariamente a un vecchio contratto che fissava la data del 2014.

Tra venti giorni, quando la “tura” sarà completamente allagata dal mare, i sei cassoni saranno posizionati sul fondale della bocca di porto e collegati tra loro. Saranno collegati sott’acqua attraverso un corridoio con tutti gli impianti elettrici, mentre i due cassoni di spalla garantiranno la tenuta delle dighe e saranno ben visibili in superficie. I cassoni sono già stati posati nelle zone del Lido e di Treporti, i lavori sono avanzati pure a Malamocco e adesso tocca al porto chioggiotto.

I tecnici spiegano che si tratta di un’operazione molto delicata, perché i cassoni devono essere perfettamente allineati, con tolleranza di pochi millimetri. I lavori intanto proseguono pure al Lido e a Malamocco. Al Lido lo scorso settembre  si sono movimentate le prime quattro paratoie alla presenza dell’ex premier Enrico Letta e del presidente della Regione Luca Zaia. Adesso bisognerà valutare gli effetti sull’equilibrio lagunare.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento