Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

"Il Mose in funzione nel 2019, due anni di collaudo. Ma i tempi forse slitteranno ancora"

Il provveditore alle opere pubbliche, Linetti, martedì a Ca' Farsetti: "I costi di gestione saranno di 80 milioni di euro circa l'anno. Le manutenzioni delle paratoie all'Arsenale"

Il primo appuntamento è previsto per il primo gennaio 2019, dopodiché si vedrà. E' a partire da quella data, tra esattamente un anno, che potrebbe scattare la fase di collaudo del Mose, il sistema di paratoie mobili che dovrebbe difendere Venezia dalle acque alte eccezionali. A riferirlo è stato martedì il provveditore alle opere pubbliche del Triveneto, Roberto Linetti, che ha parlato in Comune a Venezia convocato in commissione.

Cronoprogramma incerto

Come riportano i quotidiani locali, si tratterebbe di un cronoprogramma incerto, dato che sono all'ordine del giorno i problemi denunciati dalle imprese per ultimare la grande opera. Soprattutto dal punto di vista finanziario. Anzi, il traguardo sembrerebbe molto difficile da tagliare entro l'inizio del 2019: servirebbe un tour de force con approvazione di 40 progetti e, soprattutto, loro ultimazione.

Costi di gestione

Dopodiché si aprirà una nuova partita: quella della gestione del Mose, oltre che della sua manutenzione. Linetti avrebbe indicato che per mantenere tutta la "macchina" servirebbero 80 milioni di euro l'anno, tra costi delle utenze, del personale e della manutenzione vera e propria. Chi poi effettivamente deciderà quando il Mose dovrà entrare in funzione è ancora un punto di domanda: Linetti spera nell'assenza di ribaltoni. Il know how allo stato è insito nel Provveditorato e nel Consorzio Venezia Nuova, dunque l'ipotesi è di continuare così.

Manutenzione

Il luogo in cui fisicamente la paratoie saranno manutentate sarà l'Arsenale, come già annunciato anche dal sindaco Brugnaro: "Ciò garantirà 200 posti di lavoro in centro storico", ha dichiarato il primo cittadino a fine 2017. Il Mose dovrebbe alzarsi solo in occasione di maree superiori ai 110 centimetri e con ogni probabilità basterà il più delle volte far entrare in funzione le paratoie alla bocca di porto del Lido per diminuire sensibilmente il livello delle acque. Almeno questo sarebbe il responso dei tecnici. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Mose in funzione nel 2019, due anni di collaudo. Ma i tempi forse slitteranno ancora"

VeneziaToday è in caricamento