menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mose: Corte dei Conti sblocca i fondi, ma i lavori slittano al 2018

1 miliardo e 400 milioni saranno disponibili per le opere di completamento dell'opera. La data di fine lavori però è stata spostata a giugno 2018

La lunga sosta, durata quasi un anno, ora sta per finire. Come riportano i quotidiani locali, la Corte dei Conti ha definitivamente registrato l’Atto aggiuntivo per la gestione delle risorse relative alla realizzazione del sistema Mose. Il passaggio è stato una formalità per sbloccare finalmente quasi 1 miliardo e 400 milioni di euro.

Oltre ad aver reso disponibili questi fondi però, la Corte dei Conti ha anche ufficializzato il ritardo nei lavori. Come previsto dopo lo scandalo che ha colpito il Consorzio Venezia Nuova, il termine ultimo per la consegna del Mose finito slitterà fino al giugno 2018. Altri tre anni quindi per vedere ultimata l'opera tanto discussa.

La decisione della Corte dei Conti però ora potrà permettere di procedere ad una trentina di gare d'appalto che saranno espletate nei prossimi mesi. Questi fondi infatti permetteranno di riattivare i lavori di impiantistica, prevenzione e completamento di alcuni stralci esecutivi alle bocche di porto di Lido-Treporti; di Malamocco e di Chioggia. In particolare al Lido entro il 2015 dovranno essere ultimate le paratoie, mentre a Chioggia e Malamocco questi fondi permetteranno il completamento della posa dei cassoni alle bocche di porto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento