menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Il Mose farà risparmiare miliardi", lo studio dell'università di Padova

Due professori dell'ateneo patavino pubblicano un'analisi economica e ambientale a favore delle dighe mobili: "Senza sarebbero danni per oltre 8 miliardi"

I professori dell'università di Padova “difendono” il Mose, attraverso uno studio economico e ambientale, infatti, due docenti patavini smentiscono una delle più comuni convinzioni dei veneziani sulla grande opera della laguna: più che sprecare soldi, ne farebbe infatti risparmiare parecchi, almeno secondo i calcoli riportati nell'analisi intitolata “Il valore della protezione di Venezia dal fenomeno dell'acqua alta nelle diverse condizioni di innalzamento locale del livello del mare”.

Lo studio di comparazione è firmato da Fulvio Fontini, insegnante di economia dell'ambiente ed economics of financial markets, e Massimiliano Caporin, docente di econometria dei mercati finanziari e computational finance. Senza il sistema Mose, secondo i due docenti, Venezia sarebbe esposta a danni totali per le acque alte stimabili nei prossimi 50 anni in 8,27 miliardi di euro. Con il sistema di dighe mobili in fase di realizzazione si potrebbero ridurre i danni a 2,25 miliardi, determinando quindi un beneficio di 6 miliardi, già superiore ai costi previsti dall'opera, 5,4 miliardi di euro. A condizione che l'aumento del livello del mare non raggiunga un limite "estremo e catastrofico", ad oggi non prevedibile, le paratie mobili sarebbero in grado di garantire un guadagno per la città proporzionale alla crescita delle acque: i due professori patavini prendono in esame aumenti di livello del mare da 2,4 millimetri all'anno, per 50 anni, fino a 20 millimetri all'anno. Simulazioni proiettate sui prossimi 50 anni, per far sì che la valutazione economica si basi su tecnologie e conoscenze attuali e con costi scontati ad un tasso del 2% all'anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento