menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Dà in escandescenze e mostra i genitali a bordo del treno: arriva la polizia, denunciato

È successo in un convoglio diretto a Treviso. Bloccato un 30enne nigeriano domiciliato a Mestre: si aggirava urlando frasi sconnesse, ha anche cercato di aggredire gli agenti

Venerdì sera, intorno alle 21, la polizia di Treviso ha ricevuto una segnalazione riguardante un uomo che stava tenendo atteggiamenti molesti a bordo di un treno in arrivo nel capuoluogo della Marca. Il giovane, secondo i testimoni, stava correndo all'interno di un convoglio urlando frasi sconnesse e creando scompiglio tra i viaggiatori. Inoltre, davanti alla richiesta del capotreno di mostrare il biglietto, l'esagitato ha risposto abbassandosi i pantaloni e mostrando a tutti i suoi genitali.

Bloccato e denunciato

A quel punto la sala operativa della questura ha allertato gli equipaggi di alcune volanti, che si sono portate alla stazione ferroviaria. Ci è voluto poco, una volta saliti a bordo, a individuare J.A., 30enne nigeriano domiciliato a Mestre, ancora in evidente stato di agitazione. Una situazione delicata, tanto che davanti al tentativo dei poliziotti di portarlo alla calma il giovane si è scagliato contro di loro in preda ad una crescente insofferenza, cercando anche di colpirli con schiaffi e spinte. Alla fine è stato bloccato e portato alla questura di Treviso, quindi, al termine delle procedure, denunciato per i reati di atti osceni in luogo pubblico, resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento