rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Cronaca Chioggia

Ferragosto, dopo Jesolo anche Chioggia chiede rinforzi per l'ordine pubblico

Movida "agitata" nelle sere clou del divertimento estivo. Il sindaco Armelao scrive al Prefetto per convocare il comitato di sicurezza. «Riorganizzare i controlli». Divertimento fuori controllo: risse, liti e bisogni per strada

Dopo Jesolo anche Chioggia chiede l'intervento del prefetto Vittorio Zappalorto contro la movida fuori controllo nella città clodiense. «Quello che si è verificato - afferma il sindaco Mauro Armelao - va oltre il normale divertimento. I residenti hanno ragione da vendere». Un Ferragosto "agitato" quello registrato nella città clodiense, specie in alcune zone. «Qualche facinoroso non ha capito che ci si può divertire senza rompere bottiglie di vetro, senza vomitare per terra o fare i propri bisogni per strada, insomma rispettando la nostra città», continua il primo cittadino che corre subito ai ripari. Sono state segnalate risse, urla e litigi.

«Ci sono due, tre zone che necessitano di essere controllate in maniera continuativa e per questo oggi ho scritto al Prefetto di Venezia, molto sensibile a queste problematiche, per segnalare e chiedere di organizzare degli interventi interforze in alcune zone, e precisamente zona Capo Est, zona piazzale Europa e alcuni punti del Lungomare Adriatico». Solo nei giorni di Ferragosto c’erano le deroghe per prorogare l'orario della musica fino alle 3 a Chioggia. Ma dopo quest'orario non è stato rispettato lo stop e neppure il diritto dei residenti e dei visitatori a godere del riposo e della quiete notturna, osserva Armelao.

«Sia chiaro che questa Amministrazione non è contro il divertimento per i giovani, l’ho già ribadito che devono potersi divertire nella loro città senza rischiare la vita mettendosi in strada per andare altrove, ma sono altrettanto intransigente su quello che riguarda il rispetto che deve esserci nei confronti della città, delle persone e di tutto quello che ci circonda - continua il sindaco - È sacrosanto che le istituzioni diano delle risposte, con i fatti, ai residenti della zona dell’hotel Capo Est che sono esasperati dalle continue risse e liti che avvengono. Idem i residenti di piazzale Europa che vedono stazionare in piena notte ragazzi che urlano e sbraitano incuranti di tutto anche se i locali sono già chiusi. Alla fine tutto si traduce in mancanza di rispetto, una maleducazione che purtroppo spesso nuoce anche agli stessi giovani. A breve installeremo due telecamere in piazzale Europa così da controllare, nel caso accada qualcosa, la situazione e comunque sicuramente faranno da deterrente per malintenzionati e daranno maggior sicurezza ai residenti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferragosto, dopo Jesolo anche Chioggia chiede rinforzi per l'ordine pubblico

VeneziaToday è in caricamento