menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mozzicone di sigaretta nel piatto, locale di San Marco accusato

Erano in due e volevano passare una giornata alla scoperta di Venezia, ma per due turisti di Brescia il programma è andato in fumo al momento del pranzo in laguna

Un mozzicone di sigaretta nascosto in mezzo al piatto, servito in tavola in un ristorante a pochi passi da San Marco, è questa la brutta sorpresa che, come riporta la Nuova Venezia, ha reso “indimenticabile” la gita in laguna di una coppia di Brescia. La disavventura viene però raccontata diversamente dai gestori del locale e la stessa Confcommercio è intervenuta per cercare di gettare acqua sul fuoco.

PRANZO ROVINATO - Stando a quanto raccontano i due turisti lo sgradevolissimo episodio sarebbe avvenuto all'ora di pranzo: la coppietta si era seduta a tavola e aveva ordinato un piatto di spaghetti, che loro dicono alle sarde, e un'insalata, destinata alla signora di Brescia che, a causa di una patologia della pelle, non può mangiare altro. Dopo un paio di forchettate, però, la donna ha sentito un sapore vomitevole e si è ritrovata in bocca una sigaretta consumata. I ristoratori sostengono invece che il mozzicone fosse “apparso” tra gli spaghetti (che loro dicono essere stati con le seppie) e che, forse, la responsabilità potrebbe essere del fornitore, visto che nel ristorante nessuno è autorizzato a fumare. In ogni caso il personale del locale si è scusato e non ha fatto pagare il conto, consapevole della gravità di quanto accaduto. Sul caso ha parlato anche Elio D’Arso di Confcommercio, che ha invitato la coppia a tornare per farsi offrire un altro pranzo di scuse e visitare di nuovo la città senza brutte sorprese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento