Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Riviera Giacomo Matteotti, 14

Controlli a Mestre e dintorni: multe al proprietario di un hotel e al titolare di un locale di Mira

In azione una task force di carabinieri, polizia locale e guardia di finanza. A Mira c'è un problema di assembramenti ma, dice l'amministrazione, l'ordinanza anti alcol sta funzionando

Una speciale task force interforze si è occupata nelle ultime ore di eseguire controlli in locali pubblici e alberghi di Mestre e dell'hinterland. È così che ieri mattina il proprietario di un hotel di via Trezzo, zona Carpenedo, ha avuto una multa di 20 mila euro dopo che gli ispettori hanno riscontrato nella struttura varie mancanze in materia di sicurezza sul lavoro, sanitaria e amministrativa. Le operazioni sono state svolte dai carabinieri di Mestre con il nucleo antisofisticazione e sanità e quello dell'ispettorato del lavoro, oltre che con gli agenti del commissariato di polizia e della polizia locale.

Venerdì sera, invece, i controlli si sono concentrati nell'area di Mira, dove recentemente si sono registrati episodi di liti tra giovanissimi nelle piazze. I carabinieri di Mira, assieme ai Nas, ai colleghi del 4° Battaglione “Veneto”, ai finanzieri di Mirano e alla polizia locale della Riviera, hanno ispezionato un locale di piazza san Nicolò. All'interno hanno trovato al lavoro due persone non in regola con le certificazioni, e non solo: il titolare è stato multato anche perché, spiegano i carabinieri, «in un locale in cui i giovani si ritrovano soprattutto per bere, erano assenti i dispositivi di alcoltest» e «dispositivi sanitari igienizzanti», mentre era evidente «la massiccia presenza di avventori che non rispettavano le regole di assembramento». Infine, è stata accertata «l’installazione non autorizzata di telecamere che ritraevano gli ambienti di lavoro». Uno dei clienti, un 21enne della zona, è stato denunciato perché in possesso di un bastone telescopico proibito.

L'amministrazione comunale di Mira conferma: «Ieri sera una decina di pattuglie ha effettuato un'operazione congiunta di controlli in piazza San Nicolò fino a ridosso della mezzanotte. Sono stati riscontrati alcuni soggetti con sostanze stupefacenti per uso personale, nonché fermato un avventore in possesso di un'arma bianca. Da segnalare che nella piazza, nonostante un paio di centinaia di persone, nessuno assumeva bevande alcoliche, segno che l'ordinanza anti alcol adottata da qualche giorno sta funzionando». «La piazza e i suoi dintorni - spiega l’assessore alla Sicurezza Fabio Zaccarin - con la riapertura delle attività commerciali, è ritornata a essere un luogo critico, portato dall'amministrazione comunale all'attenzione delle competenti autorità. I controlli continueranno anche in altri punti del territorio. Inoltre, in queste sere vi è stata la presenza di un presidio fisso, che si sta dimostrando molto utile».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli a Mestre e dintorni: multe al proprietario di un hotel e al titolare di un locale di Mira

VeneziaToday è in caricamento