Cronaca

Trasporto irregolare: bus fermato, la multa la pagano i passeggeri

Il veicolo polacco è stato controllato il 7 luglio a Chioggia, gli occupanti hanno fatto una colletta e raccolto più di 1.300 euro per proseguire il viaggio

L'autobus polacco è sprovvisto di documenti, la multa la pagano i paseggeri pur di riprendere il viaggio. È quanto accaduto la mattina del 7 luglio lungo la statale Romea, in territorio di Chioggia. Il veicolo è stato fermato nel corso dei controlli stradali operati dalla Polstrada di Padova - distaccamento di Piove di Sacco, che stava eseguendo verifiche specifiche sui mezzi adibiti al trasporto di persone.

Dagli accertamenti dei documenti del conducente è stato riscontrato che il bus, immatricolato in Polonia, stava effettuando un servizio occasionale per un trasporto internazionale di viaggiatori senza aver compilato, in alcun modo, il "foglio di viaggio", e quindi senza aver indicato né la lista degli occupanti né le destinazioni previste.

A quel punto, visto che l'autista non aveva alcuna intenzione di pagare i 1335,35 euro previsti per lo sblocco, il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo. Così sono stati gli stessi passeggeri a mettere mano ai portafogli, riuscendo a effettuare una colletta e racimolare il denaro necessario per pagare. Dopo il pagamento della sanzione e la regolarizzazione della documentazione prevista il veicolo ha potuto riprendere il viaggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto irregolare: bus fermato, la multa la pagano i passeggeri

VeneziaToday è in caricamento