rotate-mobile
Cronaca Cannaregio / Sestiere Cannaregio, 5886

Multa alla libreria Marco Polo, reading no stop di solidarietà

Dopo la sanzione ai gestori per un'affissione irregolare di un evento culturale, l'assessore Rey corre ai ripari per evitare altre chiusure

La solidarietà è arrivata da scrittori e da gente comune. Da uomini e da donne che vogliono che Venezia rimanga un centro di cultura. E la cultura la si può tramandare solo attraverso i libri e la passione di chi tenta di farli scoprire agli altri lottando ogni mese con bollette e affitti.

Per questo la libreria Marco Polo, vicino al Malibran, cui è stata comminata una multa di mille euro per un'affissione senza bollo comunale, giovedì è stata meta di decine di persone che hanno dato vita a un flash mob e a ore di letture ad alta voce. Vetrine oscurate da carta da parati in segno di protesta e discussioni su letteratura e il futuro della città. Tre gli esercizi che nell'ultima settimana hanno chiuso i battenti per la crisi. Un'emorragia cui l'assessore al Commercio Carla Rey ha annunciato di voler trovare una soluzione, come riportano i quotidiani locali, istituendo un catasto degli immobili liberi utilizzabili per un nuovo bando per negozi tradizionali (comprese le librerie) che vorranno organizzare eventi e iniziative culturali.

A inizio anno, questa è l'idea, le librerie del centro storico potrebbero inviare a Ca' Farsetti un elenco di incontri, specificando anche gli spazi esterni che si intendono occupare, in modo tale che poi la Giunta possa approvare una delibera "cumulativa" che conceda il patrocinio annuale e l'affissione di manifesti senza il pagamento di tasse. Da lunedì, poi, partiranno alcune consultazioni con Curia e Ire per trovare spazi da affittare a un costo calmierato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multa alla libreria Marco Polo, reading no stop di solidarietà

VeneziaToday è in caricamento