Bloccato in aeroporto e multato: stava cercando di importare corallo "protetto"

E' successo nei giorni scorsi al Marco Polo, dove gli operatori dell'Ufficio dogane, assieme agli agenti della guardia di finanza, hanno individuato 3 pezzi di "Scleractinia Spp"

Evidentemente gli è piaciuto talmente tanto da tentare di portarselo a casa sperando di aggirare i controlli in aeroporto. Così non è stato per un viaggiatore che nei giorni scorsi è stato bloccato dagli operatori dell'Ufficio dogane, con l'aiuto anche degli uomini della guardia di finanza, perché in possesso di corallo "protetto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Specie in via di estinzione

Si tratterebbe di una specie in via di estinzione, dunque sottoposta a tutela. La scoperta è stata fatta nell'ambito degli accertamenti sui passeggeri provenienti dall'estero e atterrati all'aeroporto Marco Polo di Tessera. La persona colta in castagna è stata sanzionata, mentre i tre esemplari di corallo "Scleractinia Spp", tutelato dalla Convenzione di Washington (Cites), sono stati recuperati. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento