menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trasporto merci con nebbia e multe. Ascom in capitaneria per la soluzione

Si è tenuta lunedì mattina la riunione, presenti anche le istituzioni. Nei giorni scorsi erano stati sanzionati per 1000 euro 15 tra topi e taxi che costeggiavano la riva

Giorni di nebbia, con la visibilità compromessa. La scorsa settimana una quindicina tra topi e taxi hanno ricevuto una multa di mille euro ciascuno da parte della Capitaneria di Porto, per aver circolato in condizioni meteorologiche difficili, pur costeggiando la riva. La normativa prevede che se c'è visibilità inferiore ai 70 metri la navigazione deve essere interdetta. Ma il problema è più complesso di quanto potrebbe sembrare, poiché non è semplice, per gli operatori, capire quando si raggiunge tale distanza.

Si è tenuta quindi lunedì mattina alla capitaneria di porto una riunione, per risolvere il problema, tra l'ammiraglio Tiberio Piattelli, il presidente dell'Ascom, Roberto Magliocco e il dirigente del settore mobilità Loris Sartori. Presenti all'incontro anche il commissario capo della polizia municipale Giordano Zuin, il responsabile merci Franceco Tagliapietra e quello per il trasporto persone Valter Cici. "Ringrazio il comandante Piattelli per la grande disponibilità avuta nei nostri confronti - ha commentato Magliocco -  rispetto a questa problematica e il Comune per averci supportato in questo incontro. Abbiamo infatti esposto la difficoltà dei trasportatori merci, che non hanno a bordo l'apparato VHF, di ricevere dalla Capitaneria la segnalazione della visibilità, suggerendo la possibilità di realizzare un'applicazione da poter scaricare sul proprio cellulare che fornisca queste informazioni. E l'ammiraglio - ha concluso - si è dimostrato interessato a questa proposta".

Durante l'incontro si è parlato di come riorganizzare il lavoro in merito all'attraversamento del Canale della Giudecca o del tratto acqueo tra Sant'Elena e il Lido, dove per effettuare l'approvvigionamento delle merci è neccesario noleggiare due imbarcazioni dotate di radar, che si pongano rispettivamente in testa ed in coda al convoglio. La proposta di Ascom è quella di porre un'unica barca guida in testa al convoglio. Meglio ancora se si trattasse di un servizio offerto dall'amministrazione comunale.

"Siamo molto contenti di questo incontro - hanno spiegato Tagliapietra e Cici - perché bisogna riorganizzare assieme il lavoro per trovare una soluzione. Non si può infatti pensare che con più giorni di nebbia si blocchino la fornitura di merci e servizi alle persone di una città. Una sanzione da mille euro - hanno chiosato - troviamo inoltre sia particolarmente pesante per gli operatori in questo momento difficile".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Incendio in un casolare, stabile sotto sequestro

  • Cronaca

    Coronavirus, bollettino di domenica 7 marzo: Veneto e provincia di Venezia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento