menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abusivi multati senza "giustificati motivi", pugno di ferro a Caorle

Il Consiglio ha approvato un nuovo regolamento di polizia locale che prevede una sanzione anche solo per il fatto di avere con sé la merce

Multa ai venditori abusivi anche per il solo fatto di avere con sé la merce, in assenza di "giustificati motivi": lo ha deciso il Consiglio comunale di Caorle che ha modificato il regolamento di polizia locale con l'introduzione di un nuovo articolo (43bis). Oltre alla sanzione pecuniaria è prevista anche la confisca amministrativa delle merci.

"Il fenomeno del commercio abusivo - commenta in una nota il sindaco di Caorle, Luciano Striuli - è uno dei principali problemi che ci affligge. I venditori abusivi rappresentano da un lato una fonte di disturbo per i turisti e per i cittadini, dall'altro una grave forma di illegalità e illegittima concorrenza nei confronti delle realtà commerciali regolari presenti sul territorio, già in grave difficoltà a causa della pesante crisi economica in atto. L'impegno della polizia locale e delle altre forze di polizia viene spesso vanificato dalla mancanza di strumenti normativi validi per contrastare in modo efficace questo biasimevole fenomeno".

Con l'introduzione di questo divieto, voluto dalla maggioranza e approvato anche senza i voti della minoranza, assente in Consiglio comunale, l'azione di contrasto all'abusivismo commerciale, secondo il sindaco, "risulterà molto più incisiva e potrà essere utilmente esperita anche a monte, ossia all'ingresso della Città o nel momento in cui la merce viene scaricata". (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento