menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"L'uso di Argos per le multe è illegittimo", 500 sanzioni annullate

Le motivazioni della sentenza del giudice di pace che nei mesi scorsi aveva dato ragione ad alcuni tassisti pizzicati dalle telecamere a velocità sostenuta

Torna alla ribalta "Argos", il sistema che monitora le imbarcazioni nei canali veneziani. Sono state depositate nelle scorse ore al giudice di pace le motivazioni per richiedere l'annullamento delle multe. Le sanzioni, sarebbero illegittime perché elevate tramite l'ausilio di telecamere di videosorveglianza, espressamente vietate dal Regolamento comunale. In più, c'è la questione "privacy". Come spiega il Gazzettino, già a dicembre erano state annullate quattro multe subite da alcuni tassisti. Secondo la Municipale viaggiavano troppo forte: si vedeva bene dalle telecamere.

Da qui partono le considerazioni del giudice Nadia Santambrogio, che potrebbero costituire un importante precedente: Argos sarebbe a tutti gli effetti un sistema di videosorveglianza. Il Comune ha quindi l'obbligo di fornire ai cittadini tutte le informazioni del caso circa la strumentazione e il suo utilizzo. Le sanzioni elevate da giugno a settembre 2009, circa 500, saranno quindi dichiarate tutte illegittime e annullate. L'intero sistema potrà essere riattivato solo quando il Comune si metterà in regola sotto il profilo "privacy" e Regolamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Attualità

Federica Pellegrini stasera al Festival di Sanremo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento