Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Vistared a Mirano e Spinea a pieno regime: 300 multe in un mese

Guai a passare con il rosso ai semafori dei due Comuni veneziani: con una media di 75 sanzioni a settimana, alle telecamere non sfugge nulla

Un'autentica raffica ad alzo zero contro i “furbetti” dei semafori: i Vistared installati negli incroci di Mirano e Spinea hanno dovuto lavorare a pieno regime e, in un mese circa di operatività, hanno già fatto arrivare a casa degli automobilisti indisciplinati oltre 300 multe. Cifre record che, come riportano i quotidiani locali, evidenziano le cattive abitudini di chi si muove in auto per le strade della provincia.

SPINEA E MIRANO – C'è chi passa con il rosso e poi, notato il velocar, cerca di rimettersi in posizione con una rapida retromarcia, c'è chi intravede l'arancione scattare dall'altro lato e anticipa il verde dal suo, e c'è chi pensa che durante la notte i semafori diventino un optional: tutti sanzionati. La media è di 75 multe a settimana nel Miranese, 150 nei primi 15 giorni di operatività della telecamera al semaforo tra via Cavin di Sala e via Matteotti. Trecento circa sono quelle "staccate" invece a Spinea in un mese dall’entrata in funzione dello stesso dispositivo sulla camionabile, al semaforo tra via della Costituzione-Sp 81 e le vie Fornase e Crea. Una media precisa, identica nei due Comuni. La sanzione prevista per chi “brucia” il rosso del semaforo è di 162 euro, con una riduzione del 30% se si paga entro cinque giorni dalla notifica. Paga di più chi trasgredisce di notte: dopo le 22 e fino alle 7 l’importo è di 216 euro. A subire maggiormente la furia dei vigili elettronici sono i residenti, abituati a “rischiare” perché conoscono bene la zona e sanno dove possono permettersi uno sgarro. Ora dovranno appuntarsi anche questa novità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vistared a Mirano e Spinea a pieno regime: 300 multe in un mese

VeneziaToday è in caricamento