menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Villa Salus, Mestre

Villa Salus, Mestre

Muore a 4 anni: "Lesioni durante il parto", due medici a processo

Richiesta di rinvio a giudizio per due ginecologi di Villa Salus, giudicati dai medici legali colpevoli di gravi negligenze all'epoca della nascita del bambino

È morto all'età di appena quattro anni e mezzo, dopo una vita brevissima e travagliata, passata più nelle sale dell'ospedale che in una culla o un passeggino, e ora, a distanza di diversi anni, gli specialisti scelti dalla procura non hanno dubbi: il decesso del piccolo Matteo è strettamente collegato alle gravi lesioni subite durante il parto. Lo racconta la Nuova Venezia, che spiega come l'esposto presentato dai genitori del bambino sia già il secondo: il primo risale al 2007, anno della sua nascita.

PARTO PROBLEMATICO – Le difficoltà di Matteo erano infatti state evidenti fin da subito: durante il parto, avvenuto nella clinica di Villa Salus, il bambino si è ritrovato vittima di una gravissima forma di asfissia che ne ha compromesso la crescita e le capacità cerebrali, costringendo i suoi genitori, una coppia di Gardignano, a lasciare il bimbo nelle mani dei pediatri dell'Angelo. Già allora la famiglia aveva fatto causa alla struttura ospedaliera del Terraglio, sostenendo che i problemi del neonato erano la conseguenza di gravi mancanze durante il parto. L'esposto è finito in archivio, mentre in quei cortissimi quattro anni le condizioni di Matteo si sono fatte sempre più critiche, con l'aggravarsi dell'asfissia e l'insorgere di una ancor più grave tetraplegia. A distanza di quattro anni e mezzo il bimbo ha smesso di soffrire e si è spento nelle stanze dell'ospedale di Mestre. Con l'arrivo del secondo esposto contro i dottori di Villa Salus anche la Procura ha quindi deciso di muoversi, nominando una coppia di medici legali, disponendo l'autopsia e acquisendo le varie cartelle cliniche del bambino. Ora, dopo tutte le verifiche del caso, i due esperti si sono espressi contro i colleghi della clinica privata, stabilendo che il decesso di Matteo è stata la conseguenza diretta delle gravi lesioni procurate al bimbo durante il parto dai due ginecologi, per cui è quindi scattata la richiesta di rinvio a giudizio per omicidio colposo. Ora la palla passa al giudice per le udienze preliminari, che dovrà decidere se andare o meno a processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riaperture, Zaia non esclude novità dopo il "tagliando" del Governo del 20 aprile

  • Cronaca

    Avm, per la commissione di garanzia la disdetta normativa è corretta

  • Cronaca

    Msc conferma due navi da crociera a Venezia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento