Cronaca Murano

Murano: dopo la moria di pesci, ora arrivano le zanzare (che non pungono)

Comune di Venezia e Veritas hanno deciso di intensificare la lotta ai chironomidi con una serie di interventi specifici. A dirlo l'assessore all'ambiente Gianfranco Bettin alla luce di una riunione tenutasi oggi per verificare la situazione

Dopo la moria di pesci alcune zone e isole della laguna, come Murano, devono fare i conti con fastidiosi sciami di chironomidi - insetti simili alle zanzare ma che non pungono - e il Comune di Venezia e Veritas hanno deciso di intensificare la lotta con una serie di interventi specifici. A dirlo l'assessore all'ambiente Gianfranco Bettin alla luce di una riunione tenutasi oggi per verificare la situazione.

"Il quadro climatico - ha rilevato Bettin - è in evoluzione e contiamo che, insieme ai nostri interventi diretti, possa contribuire a contenere e quindi a superare l'attuale situazione, che stiamo comunque seguendo ora per ora". La proliferazione di larve di chironomidi, almeno in alcune zone, era prevista dopo la crisi che provocato la morìa di pesci a metà luglio, determinata dalla combinazione di caldo eccezionale e precedente arricchimento di nutrienti delle alghe causato dalle lunghe piogge di primavera, con conseguente formarsi di zone di anossia, accentuata dalla putrescenza da fine ciclo algale, zone divenute trappole mortali per i pesci. Già da luglio era stata accentuata l'azione preventiva nei confronti delle larve, azione che continuerà e verrà rafforzata nei prossimi giorni.
(ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Murano: dopo la moria di pesci, ora arrivano le zanzare (che non pungono)

VeneziaToday è in caricamento