rotate-mobile
Cronaca Cavallino-Treporti

Ruba un natante in Repubblica Ceca, poi lo rivende in Italia: trovato a Ca' Savio

Il responsabile del furto era già stato arrestato in patria. L'acquirente italiano, interrogato giovedì sera, dichiara di averlo comprato in buona fede

Ritrovato a Ca' Savio un natante rubato in Repubblica Ceca. Il ladro era stato già individuato ed arrestato a suo tempo dai militari cechi, ma dell'imbarcazione nessuna traccia. La svolta è arrivata quando l'organo di Polizia est-europeo ha individuato il mezzo di trasporto in vendita su un noto portale di compra-vendita online. Da lì ne è nata una stretta cooperazione con i carabinieri di Cavallino-Treporti, che nella serata di giovedì hanno individuato l'imbarcazione.

Numero di matricola coincidente

Il furto era avvenuto qualche mese prima, poi la compravendita era andata, evidentemente, a buon fine. Quando hanno confrontato il numero di matricola del motore, per i militari dell'Arma è stato immediato associarlo al natante oggetto di furto. Il proprietario, un italiano del posto, ha confermato di averlo acquistato poco tempo prima on line, ma di essere totalmente in buona fede: al momento dell'acquisto, infatti, non avrebbe avuto il minimo sentore che il mezzo potesse essere stato rubato.

Mezzo sotto sequestro

Ai carabinieri, a quel punto, non è rimasto altro da fare che sequestrare il mezzo, mettendolo a disposizione dell'autorità giudiziaria. Resta da verificare la posizione dell'acquirente italiano, per il quale i reati ipotizzabili vanno dalla ricettazione all'acquisto incauto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba un natante in Repubblica Ceca, poi lo rivende in Italia: trovato a Ca' Savio

VeneziaToday è in caricamento