menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Navi da crociera nel mirino della Corte dei Conti per i danni alle rive

Il procuratore Carmine Scarano ha raccolto in questi mesi una copiosa documentazione. Il passaggio delle imbarcazioni determinerebbe maggiori costi di manutenzione per i contribuenti

Nel più stretto riserbo già da mesi la Corte dei Conti starebbe indagando per determinare il possibile "danno erariale" causato dal passaggio delle grandi navi nel bacino di San Marco. La questione da fisica, infatti, si tramuta da subito in economica. Un'imbarcazione muove una mole d'acqua equivalente alla sua massa sommersa, che successivamente si abbatte sulle rive della città lagunare. Ciò significa danni e maggiore manutenzione a carico dei contriburnti. Nel mirino dela Corte dei Conti sarebbe finita, oltre alle grandi compagnie crocieristiche, anche l'Autorità Portuale, che in questi anni ha dato il suo nulla osta per il passaggio di questi "condomini galleggianti" in Laguna.


Al momento, l'indagine non avrebbe portato alla nomina di consulenti tecnici, ma il procuratore regionale della Corte dei Conti, Carmine Scarano, ha raccolto in questi mesi una copiosa documentazione e sentito informalmente alcuni tecnici. Gli accertamenti sono stati avviati anche in virtà dei crolli di parti di cornicione del Palazzo Ducale..

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento