menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grandi Navi in alto mare, Costa: "Al Lido", Orsoni: "Fantasie estive"

Il dibattito sulla rotta che dovranno seguire le imbarcazioni da crociera e dove dovranno attraccare continua a rimanere incandescente

Continuano a essere agitate le acque intorno alle Grandi Navi. Le ipotesi, in attesa dell'incontro ministeriale del prossimo luglio in cui servirà trovare una soluzione una volta per tutte, si affastellano una dopo l'altra. Creando reazioni e controreazioni. L'ultima in ordine di tempo ha messo uno contro l'altro il presidente dell'Autorità portuale Paolo Costa e il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni.

A BREVE L'INCONTRO A ROMA

Il primo, come riporta La Nuova Venezia, all'inizio aveva spinto per lo scavo del canale Contorta Sant'Angelo, in modo da renderlo in grado di ospitare i "condomini galleggianti" e permettere loro di raggiungere la Marittima. Poi il piano B: la Marittima a Santa Maria del Mare, dove in questo momento si stanno costruendo i cassoni del Mose. Una maxi struttura vicino a una piccola isola come Pellestrina. E per trasportare merci e turisti in centro storico? Secondo il presidente del Porto si potrebbe costruire una sublagunare. Una "grande opera" i cui tempi di realizzazione sarebbero di circa vent'anni. Il problema, di conseguenza, verrebbe quindi risolto in due decenni.

ORSONI: "ENTRO L'ANNO VIA LE GRANDI NAVI DA SAN MARCO"

Su una posizione molto diversa il sindaco Giorgio Orsoni, che ha bollato come "fantasia estiva" la proposta lanciata da Costa, sottolineando come anche l'equilibrio naturale di Pellestrina verrebbe minato da questo progetto. Per il primo cittadino, come spesso ribadito, l'unica soluzione temporanea e fattibile in tempi brevi è quella di portare le navi da crociera a Marghera, sfruttando la banchina della Ex Syndial. Servirebbe "solo" scavare dove le imbarcazioni dovrebbero effettuare le loro evoluzioni per attraccare. Per il resto il canale Malamocco-Marghera sarebbe già sufficientemente profondo.

LETTORI: "QUALE FUTURO PER I LAVORATORI DEL PORTO?"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento