rotate-mobile
Cronaca

I dipendenti respirano, Natale e Santo Stefano con centri commerciali chiusi

La grande distribuzione ha deciso in maniera quai unanime di abbassare le saracinesche il 25 e 26 dicembre e il 1 gennaio. Tutto aperto invece per l'Epifania, secondo giorno di saldi

A Natale finalmente i dipendenti dei grandi centri commerciali potranno tirare il fiato. Due giorni da passare in famiglia e non tra le corsie dei supermercati. Il 25 e 26 dicembre, oltre al 1 gennaio, la grande distribuzione, pur senza essersi espressa con una voce univoca, ha deciso di rispettare le feste. Il lato commerciale stavolta passa in secondo piano. Così chi si prefigurava una veloce capatina nei grandi centri dello shopping magari solo per riparare in velocità a qualche regalo mancante rimarrà a bocca asciutta. Serrande abbassate, quindi, per l'Auchan di Zelarino, i punti vendita Panorama, l'outlet di Noventa di Piave, il Valecenter di Marcon e il centro Le Barche di Mestre.

Il prossimo anno, però, l'outlet di Noventa di Piave il giorno di Santo Stefano rimarrà aperto, uniformandosi a una tradizione del suo centro fiorentino. Il giorno dell'Epifania, poi, spazio allo shopping, anche perché il 6 gennaio nel 2013 cadrà di domenica, e costituirà il secondo giorno di saldi.


Chissà se sulla decisione di rispettare il Natale da parte della grande distribuzione ha avuto qualche influsso l'iniziativa "Liberaladomenica", la raccolta firme promossa da Confesercenti e la Cei per chiedere che la liberalizzazione "selvaggia" degli orari di apertura termini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I dipendenti respirano, Natale e Santo Stefano con centri commerciali chiusi

VeneziaToday è in caricamento