Cronaca

L'Inps fa marcia indietro: nessun taglio alle pensioni di invalidità

Successo per le richieste del Sindacato pensionati italiani (Spi) della Cgil: "L'assegno continuerà a far riferimento al reddito personale e non anche a quello del coniuge come voleva il ministero"

Migliaia di pensionati potranno tirare un sospiro di sollievo: non ci sarà nessun taglio alle pensioni di invalidità. Ad annunciarlo, e farne un successo personale, è il Sindacato pensionati italiani della Cgil di Venezia: "Le nostre iniziative di mobilitazione e di denuncia di questi giorni - spiega una nota dello Spi Cgil - hanno costretto il ministero del Lavoro e l’Inps a ritirare l’assurda circolare che prevedeva il taglio di migliaia di pensioni di invalidità. LInps è stato costretto a fare marcia indietro e a bloccare la circolare sulle pensioni degli invalidi civili, e ha diffuso una disposizione che prevede che per la liquidazione dell'assegno di invalidità civile, sia parziale, che totale, si continuerà a far riferimento al reddito personale dell'invalido e non anche a quello del coniuge (come previsto nella circolare del 28 gennaio scorso)".

La battaglia sembra vinta, ma per lo Spi Cgil c'è ancora molto da fare per vincere la guerra: "Ora però il ministro del Lavoro Elsa Fornero deve dare seguito agli impegni assunti nei giorni scorsi e chiarire definitivamente la questione. Altrimenti il problema rischia di ripresentarsi tale e quale in futuro ed è per questo che è fondamentale un intervento politico e governativo per chiarire una vicenda da tempo posta dal sindacato ed in particolare dalla Cgil e dallo Spi, a tutela delle persone e delle famiglie che hanno gravi difficoltà economiche e di assistenza".

"Questa vicenda - conclude la nota - dimostra che l’atteggiamento dell’Inps non tiene in alcuna considerazione le condizioni reali delle persone e delle famiglie in difficoltà, al punto di mettere in discussione prestazioni che a malapena contribuiscono a garantire i livelli di sussistenza delle persone che hanno maggiori difficoltà (si tratta di circa 250 euro mensili), solo per affermare discutibili interpretazioni restrittive delle norme".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Inps fa marcia indietro: nessun taglio alle pensioni di invalidità

VeneziaToday è in caricamento