rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Viale Jacopone da Todi

La band ricorda Nicola Faggian: "Un artista così non morirà mai"

Gli amici, i compagni della squadra di calcio a 7 e i membri del suo gruppo, gli "Stazione Centrale", salutano il 37enne scomparso venerdì sulla A4

Da quando aveva vent'anni passava le sue giornate al volante dell'autocisterna, ma nella testa aveva solo il suo sogno di diventare un musicista professionista. Nicola Faggian, 37 anni di Asseggiano, è morto venerdì sera lungo l'autostrada A4 in un terrificante schianto che ha coinvolto diversi mezzi pesanti e alcune automobili. L'autotrasportatore con l'animo del batterista rock è rimasto intrappolato in quell'abitacolo che per lui era divenuto già da tempo una prigione, proprio quando la sua band aveva fatto il “salto” e mancava ormai poco all'uscita del loro primo album.

TRAGEDIA SULLA A4: MORTO UN CAMIONISTA

CAMBIARE VITA – Nicola stava infatti per realizzare il suo sogno: mollare l'autocisterna che aveva iniziato a guidare con il padre e guadagnarsi da vivere grazie al suo talento con bacchette, grancassa e rullanti. Da un anno era entrato nel gruppo fiorentino “Stazione Centrale”, accolto con enorme entusiasmo dagli altri membri della band, e assieme a loro contava i giorni per l'uscita del loro primo album. I musicisti avevano firmato un contratto con una casa discografica e a breve i sogni si sarebbero potuti trasformare in realtà. Ora il viaggio della band continua, ma senza quell'energico batterista che si sentirà nelle tracce del disco. Nicola infatti era riuscito nei mesi scorsi a terminare tutte le sue incisioni e sarà proprio la sua batteria quella che accompagnerà le canzoni del primo album del gruppo. Gli “Stazione Centrale” hanno voluto ricordare l'amico scomparso anche sul loro blog e sulla loro pagina facebook, dove scrivono “È con il cuore spezzato che annunciamo la scomparsa del nostro più grande batterista Nicola 'Tenaja' Faggian. Non lo avevate conosciuto ancora se non per il nostro blog. Lo conoscerete con il nostro nuovo album. Un artista della sua levatura non scompare mai. A presto Nik”.

IL SALUTO DELLA SUA BAND

LUTTO CITTADINO – Non sono solo i fan della band fiorentina a piangere la scomparsa di “Nik Tenaja”, come spesso veniva chiamato Faggian. A ricordare con affetto il 37enne è anche la sua squadra di calcio a 7, dove ricopriva il ruolo di portiere. In via Jacopone da Todi, dove Nicola viveva con la madre rimasta vedova, in tanti lo conoscevano e lo stimavano. Descritto dagli amici come una persona umile e con tanto cuore, Faggian era una persona sempre disponibile e pronta a tutto tanto per aiutare gli altri quanto per inseguire i suoi sogni. Oltre alla madre, il batterista 37enne lascia una fidanzata, una sorella e un nipotino per cui stravedeva.

IL VIDEO: NICOLA FAGGIAN SUONA CON GLI "STAZIONE CENTRALE"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La band ricorda Nicola Faggian: "Un artista così non morirà mai"

VeneziaToday è in caricamento