rotate-mobile
Cronaca Tessera

Espulso un anno fa è in Italia senza documenti: portato al centro di permanenza di Torino

Il cittadino 37enne di origini nigeriane era solito trascorrere le giornate nella zona aeroportuale di Venezia. Già conosciuto per aver molestato utenti e personale dello scalo

Era ormai solito bivaccare all'aeroporto di Venezia e in alcune circostanze si era rivelato molesto nei confronti degli utenti e del personale lì impiegato. Per questo un cittadino nigeriano 37enne, già espulso dal territorio italiano nel 2016 e senza documenti, è stato accompagnato al centro di permanenza di Torino dalla polizia.

Lunedì mattina è stato portato in questura a Venezia. Gli agenti veneziani lo conoscevano per via di reati commessi nel tempo in materia di violazione alla normativa sull’immigrazione, contro il patrimonio e la persona. L'uomo trascorreva le giornate allo scalo di Tessera da giorni.

La notte scorsa la polizia di frontiera del Marco Polo l’ha rintracciato e condotto nei propri uffici. E' stato interessato l’ufficio Immigrazione della questura di Venezia e sono state attivate le procedure per un collocamento al centro di permanenza, in attesa del successivo rimpatrio. A conclusione delle operazioni di identificazione e dopo la verifica della disponibilità fornita dal dipartimento di polizia di un posto libero al centro di Torino, il 37enne è stato accomopagnato nel capoluogo piemontese.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Espulso un anno fa è in Italia senza documenti: portato al centro di permanenza di Torino

VeneziaToday è in caricamento