menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'ascensore è rotto: 75enne invalida costretta in casa

Prigioniera della sua stessa abitazione. Da più di un mese una signora non può uscire dal suo appartamento Ater di Noale perchè l'ascensore è rotto

L'ascensore è rotto e lei, invalida, è da più di un mese bloccata in casa. Questa è la storia di B.C. una signora di settantacinque anni che, invalida al centro per cento, è costretta a rimanere chiusa in casa perchè l'ascensore del suo condominio Ater a Noale non funziona.

L'ascensore è rotto dal tre marzo e, come riporta Il Gazzettino, la signora è arrivata al punto di farsi ospitare da degli amici di Salzano che vivono al piano terra, in modo tale da poter almeno uscire di casa. La donna, ex maestra all'asilo Cà Bianca al Lido di Venezia, è emiplegica dal 1999. Un ictus l'ha costretta alla semi paralisi e ora lei per muoversi utilizza un girello, situazione che non le permette certo di poter fare le scale più volte al giorno.

Per ora dall'Ater e dalla società che dovrebbe fare la manutenzione dell'ascensore non è giunta alcuna risposta, B.C. non può far altro che aspettare speranzosa che la situazione si stabilizzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento