menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Eraclea, nonna tira il rastrello in testa al nipotino di otto anni

L'episodio in località Revedoli, nel pomeriggio di giovedì: la signora di 85 anni avrebbe reagito agli schiamazzi del bimbo, che è finito in ospedale

Bambino vivace, reazione eccessiva. Protagonista un'anziana signora di Eraclea che, alla veneranda età di 85 anni, non ha rinunciato evidentemente a usare il polso di ferro con il nipotino di otto. Il fatto, riportato dal Gazzettino, è avvenuto nel pomeriggio di giovedì in via Revedoli, nell'omonima località: il bambino, complice la giornata assolata, stava scorrazzando nel giardino dell'abitazione della nonna, comportamento piuttosto normale per uno della sua età.

Fatto sta che, forse per gli schiamazzi, forse perché il nipotino stava rovinando il giardino, la donna avrebbe cominciato a infastidirsi. Dapprima si sarebbe limitata ad alzare la voce e richiamare il bambino. Dopodiché, visto che i rimproveri non servivano a nulla e il piccolo continuava imperterrito nei suoi giochi, avrebbe preso il rastrello e glielo avrebbe scagliato contro, centrandolo dritto in testa.

E' stato il padre a chiamare i soccorsi, attirato all'esterno dell'abitazione dalle urla di dolore del figlio. Sul posto sono giunti ambulanza e carabinieri: il bimbo è stato portato al pronto soccorso, dove gli sarebbe stata diagnosticata una prognosi di dieci giorni per la ferita alla testa. L'arzilla signora è stata invece condotta in caserma, dove ha dovuto chiarire i fatti. Non è escluso che possa scattare l’accusa per le lesioni procurate al bambino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento