rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Estate di morte: sono 14 le persone annegate nel litorale veneziano

La capitaneria di porto ha stilato i dati dei suoi interventi da giugno a settembre nell'operazione "Mare Sicuro": 206 persone assistite, 63 mezzi soccorsi, 20.273 controlli in mare e sulle spiagge

Dieci illeciti penali accertati, 206 persone assistite, 63 mezzi navali soccorsi, 20.273 controlli in mare e sulle spiagge, 465 illeciti amministrativi, 14 persone morte per annegamento o incidente in mare e lago: questi sono i numeri dell'operazione "Mare Sicuro 2012", svolta tra giugno e settembre dalla direzione marittima di Venezia.

L'attività ha interessato tutto il litorale, che si estende per circa 140 chilometri di costa, dalla foce del fiume Tagliamento fino al Po di Goro, (comprensiva altresì delle acque del Lago di Garda) sotto il controllo degli Uffici marittimi di Venezia, Chioggia, Jesolo, Caorle, Bibione e Salò. Sono stati complessivamente impiegati 22 unità navali fra motovedette e battelli veloci, e circa 130 uomini e donne del Corpo che, attraverso una costante presenza in mare, in laguna e sul lago, in particolare nei fine settimana e nelle giornate di maggior afflusso sulle spiagge, hanno vigilato per garantire il regolare svolgimento delle attività marittime e balneari.


La guardia costiera ha inoltre partecipato assieme alle altre forze di polizia alla organizzazione e vigilanza di manifestazioni sportive e religiose tra le quali le più importanti sono state la Coppa America, la Regata Storica, il Redentore e la Vogalonga. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estate di morte: sono 14 le persone annegate nel litorale veneziano

VeneziaToday è in caricamento