Cambia la legge sul possesso delle armi: obbligatorio il certificato medico ogni 5 anni

Entro il 14 settembre tutti dovranno mettersi in regola. Si rischia il ritiro delle armi

Entro il prossimo 14 settembre i detentori di armi da sparo dovranno presentare all’ufficio locale di pubblica aicurezza (Commissariati o, in assenza, comando dei Carabinieri) il certificato medico attestante i requisiti previsti dalla legge per detenere armi. La nuova normativa prevede l’obbligo di presentazione del documento ogni cinque anni.

Al termine della scadenza, chi non avrà ancora presentato il certificato saràdiffidato e avrà altri 60 giorni per mettersi in regola. In caso di inottemperanza, rischia il ritiro delle armi e delle munizioni. Questo nuovo obbligo non si applica: ai titolari di licenza di porto d’armi, in quanto assolvono l’obbligo in questione al momento del rinnovo dell’autorizzazione, ai collezionisti di armi antiche ed ai soggetti autorizzati dalla legge a portare le armi senza licenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento