Cronaca

I carabinieri di Venezia svelano le nuove motovedette in Arsenale

La presentazione oggi alla presenza di autorità locali e rappresentanza dell'Arma. Due imbarcazioni Classe 100 pattuglieranno il territorio, una Classe 300 avrà fini istituzionali

Sono state presentate oggi alla presenza delle autorità locali, nella suggestiva cornice dell'Arsenale, le nuove motovedette dell'Arma dei carabinieri di Venezia. Si tratta di due Classe 100 che saranno utilizzate per i servizi di pronto intervento e vigilanza nel centro storico e nelle isole, e di una Classe 300, a propulsione ibrida, con fini istituzionali.

Le tre unità, benedette dal cappellano militare della Legione carabinieri di Padova, don Corrado Tombolan, fanno parte di una serie di mezzi nautici, prodotti dal cantiere motonautico "San Pietro" di San Pietro di Castello, che porteranno entro il 2022 ad un rinnovamento quasi totale di tutto il naviglio in servizio al reparto navale dell’Arma.

Le due imbarcazioni

Le motovedette Classe 100, impegnate nel controllo quotidiano del territorio, sono state concepite con bassi ingombri per ridurre l'effetto ondoso e permettere una navigazione più agevole lungo i rii e canali veneziani, anche in presenza di condizioni di marea sfavorevole. Il piccolo pattugliatore è dotato anche di una termo-camera di ultima generazione, utile per la vigilanza in condizioni di scarsa visibilità e in eventuali operazioni di soccorso in mare. La Classe 300, invece, è un'imbarcazione con un'impronta "green", a propulsione ibrida, caratterizzata da motori diesel di ultima generazione, che garantiscono consumi e emissioni ridotte rispetto al passato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I carabinieri di Venezia svelano le nuove motovedette in Arsenale

VeneziaToday è in caricamento