Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Mercato saturo? Forse no, arrivano quindici nuovi alberghi a Venezia

"L'alberghificio" continua, nonostante le proteste degli stessi gestori già presenti sulla piazza: nei prossimi mesi ci saranno circa trecento camere in più. I ricavi intanto diminuiscono

Venezia satura di turisti? A controllare le strutture ricettive che nei prossimi mesi apriranno i battenti sembra proprio di no. E scatta la polemica. Sono quindici i nuovi alberghi in via di realizzazione nel centro storico lagunare. Li indica La Nuova Venezia: c'è l’hotel a 7 stelle a Palazzo Papadopoli a San Silvestro, c’è il Grand Canal Palace, a San Stae, l’ex sede del Tar Veneto in campo della Fava e il nuovo albergo negli ex uffici giudiziari di San Cassiano. Infine cè palazzo Pemma in campo San Giacomo dell'Orio, che era di proprietà dello Iuav. In tutto sono quindici gli hotel che andranno ad arricchire l'offerta ricettiva della città. Vuol dire 300 nuove stanze che si aggiungono ai 2.500 posti letto già esistenti.

Una situazione che determina maggiore concorrenza e, inevitabilmente, prezzi inferiori. Un problema per gli albergatori già sulla piazza, che devono fare i conti con introiti inferiori. Secondo l’Osservatorio sulla ricettività degli alberghi di Venezia a settembre 2012 c'è stata una performance in linea con lo stesso periodo del 2011.


Dopo l’elevato afflusso di turisti nel periodo estivo, a settembre risulta occupato il 90,6% delle camere. Esattamente lo stesso dato registrato nel 2011. “Si tratta senza alcun dubbio – spiega il direttore dell’Ava, Claudio Scarpa – di un risultato positivo soprattutto se rapportato alla grave crisi economica che sta vivendo la nazione. Però – continua Scarpa – è diminuito il ricavo medio conseguentemente a una diminuzione dei prezzi”. (LEGGI TUTTI I DATI)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato saturo? Forse no, arrivano quindici nuovi alberghi a Venezia

VeneziaToday è in caricamento