Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Iniziati i lavori per i nuovi ambulatori all'ospedale di Jesolo

Il progetto è stato presentato dall'Ulss 4: «Consentirà una migliore organizzazione e avrà un ingresso indipendente»

Sono iniziati oggi i lavori per la realizzazione della nuova piastra ambulatoriale dell'ospedale di Jesolo, nell'area “ex colonie”, al piano terra nell'ala ovest. La nuova collocazione per l'attività ambulatoriale risulta ottimale, secondo l'Ulss 4, perché è di fatto una struttura indipendente con ingresso autonomo: non c'è, quindi, alcuna interferenza di percorso tra gli ospiti del presidio e l'utenza del poliambulatorio.

L’intervento, realizzato dall’impresa Secis, prevede la realizzazione di un nuovo layout distributivo su una superficie di 500 metri quadri in 60 giorni. Il nuovo poliambulatorio verrà dotato di una sala d'attesa molto ampia che terrà conto delle distanze minime interpersonali tra gli utenti. All'interno troveranno posto 7 ambulatori specialistici per le visite di controllo; un locale segreteria/accettazione; due locali per il personale infermieristico e sanitario; uno spazio per l'attesa; locali di supporto (deposito ausili, sporco, pulito); servizi igienici per operatori ed utenza; zona filtro. Per questo verranno demolite parte delle pareti in laterizio e gli impianti esistenti, mentre pavimentazioni e controsoffitti saranno sostituiti.

«È l'inizio di una serie di lavori che porteranno tante novità in questo ospedale - ha spiegato il direttore dell'Ulss 4, Carlo Bramezza - qualche anno fa siamo stati i primi in Veneto a realizzare gli ambulatori nelle ex sale operatorie, integrando i servizi del territorio all’ospedale. Ora proseguiamo con questa novità che, pur essendo integrata all’ospedale, è indipendente e separa l’utenza dai degenti. Nell’ex blocco operatorio, al primo piano, verrà realizzato l'ospedale di comunità». A tracciare l'attività dei nuovi ambulatori è stato il direttore della medicina e cardiologia riabilitativa, Lucio Brollo, affiancato dal direttore dei servizi tecnici Francesco Baradello e dal direttore della funzione ospedaliera Maria Caterina De Marco: «Qui svolgeremo una media di 30 mila prestazioni l’anno con 16 diverse specialità, l’utenza beneficerà di maggiore comfort e di un accesso comodo e indipendente da quello ospedaliero».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iniziati i lavori per i nuovi ambulatori all'ospedale di Jesolo

VeneziaToday è in caricamento