Otto nuovi assistenti sociali per il Comune di Venezia

L'assessore Venturini: «Un occhio nuovo per la nostra Direzione. Adesso idee innovative per continuare il percorso di affiancamento ai cittadini in difficoltà»

I nuovi assistenti sociali con l'assessore Venturini

Otto nuovi assistenti sociali per il Comune di Venezia. Li ha salutati questa mattina l’assessore alla Coesione sociale, Simone Venturini, nel corso di un incontro a Villa Querini a Mestre, sottolineando l’importanza di poter contare su forze fresche all’interno della direzione Coesione sociale.

Otto nuovi assistenti sociali per il Comune

L’ingresso in organico degli 8 nuovi assistenti sociali rientra in un piano di assunzioni che consta di 14 risorse totali che saranno dedicate ai servizi di contrasto alla povertà e rivolti ai cittadini in condizione di fragilità in un ambito territoriale composto anche dai comuni di Marcon, Quarto d’Altino e Cavallino-Treporti. La nuova dotazione di personale è stata resa possibile grazie alle progettualità del Pon Inclusione e del Fondo nazionale di povertà. «Sarete un occhio nuovo, linfa importante in un periodo in cui le emergenze sociali non mancano e bisognerà far fronte alle nuove sfide con progetti e idee innovative - ha sottolineato Venturini - Anche grazie al vostro impegno vogliamo confermare la nostra capacità di intercettare i fondi comunitari e quelli nazionali che finora ci hanno consentito di investire e coprire le emergenze sul nostro territorio».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Risolvere le emergenze

«Sul fronte del sostegno agli anziani e ai disabili, dove il percorso di affiancamento in prospettiva futura può non essere la soluzione finale - ha aggiunto Venturini - il nostro compito sarà quello di uscire da quelle griglie che non portano alla risoluzione dell’emergenza. Oggi la casa di riposo o il centro diurno non bastano più, non possono essere le uniche soluzioni. Anche grazie alle nuove figure di assistenti sociali siamo pronti a escogitare servizi innovativi che sopperiscano alle esigenze del cittadino dando una risposta ai suoi bisogni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento